Consigli utili per il cammino di Santiago

QUAL E’ IL PERIODO MIGLIORE PER IL CAMMINO?

Ho percorso il cammino di Santiago nelle prime due settimane di Giugno e devo ammettere che la temperatura era ottimale, a parte due sole giornate di caldo eccessivo.

Altri periodi consigliati sono i mesi di Maggio e Settembre.

Sconsigliatissimo fare il cammino di Santiago a Luglio e Agosto perché sono i mesi estivi più caldi e vi assicuro che camminare sotto il sole caldo, complica tantissimo il tutto.

Sconsigliati anche i mesi autunnali/invernali più freddi sia per le temperature rigide, sia perché si è costretti a portarsi dietro tanta roba che aumenta di molto il peso dello zaino.

 

COSA PORTARE NELLO ZAINO?

Innanzitutto è importante capire quale zaino scegliere.

Uno zaino da 50 litri per due settimane di cammino, va più che bene.

Per avere un’idea ben precisa di che tipologia di zaino portare clicca qui.

Lo zaino dovrà essere il più leggero possibile (massimo 6-7 kg) per cui bisognerà portare lo stretto indispensabile:

  • sacco a pelo: vi consiglio vivamente di portarlo perché la notte fa freschetto e poi vi permetterà di non stare a contatto diretto con il materasso su cui dormirete; va benissimo una tipologia del genere (clicca qui);
  • scarpe da trekking: è fondamentale scegliere le scarpe giuste per non avere problemi di vesciche ai piedi, dolori, tendiniti e quant’altro. Io personalmente ho acquistato le Salomon che sono delle ottime scarpe e mi sono trovato molto bene (clicca qui); è importante che non siano troppo strette (meglio uno o due numeri in più) e consiglio vivamente di utilizzarle un pò, prima di partire per il cammino, in quanto se sono troppo nuove, possono causare dolori;
  • accappatoio in microfibra (in quanto non ingombra ed è leggero);
  • un paio di sandali aperti da indossare negli albergues e durante la doccia anche se, ad essere sincero, io li ho utilizzati, a volte, anche per camminare in modo da far respirare un pò il piede (clicca qui);
  • due paia di calze antivesciche;
  • due o tre T-shirt da trekking;
  • due paia di pantaloni da trekking (di cui uno con la parte inferiore removibile in modo da diventare all’occorrenza un pantaloncino corto; clicca qui);
  • un poncho impermeabile per camminare sotto la pioggia (clicca qui);
  • un coprizaino impermeabile per camminare sotto la pioggia ed evitare che lo zaino si bagni e di conseguenza tutto ciò che c’è all’interno;
  • una giacca a vento (clicca qui);
  • una felpa con cappuccio perché possono esserci giornate fredde o semplicemente dei tratti del cammino un pò freddini (clicca qui);
  • sapone di Marsiglia per lavarsi e per lavare i vestiti;
  • spazzolino e dentifricio;
  • asciugamano in microfibra;
  • biancheria intima (3 paia di mutande vanno più che bene);
  • borraccia termica per mantenere la temperatura dell’acqua (clicca qui);
  • cappellino;
  • occhiali da sole
  • mollette: potranno servire per stendere gli indumenti dopo averli lavati una volta arrivati negli albergues;
  • crema solare protettiva (non fatevi ingannare dal venticello fresco di Giugno; le scottature sono dietro l’angolo)
  • spille da balia: possono essere utili per attacare gli indumenti ancora bagnati allo zaino e permettere così che si asciughino mentre si cammina;
  • caricabatterie;
  • io consiglio anche un marsupio in cui poter mettere il cellulare e il portafogli in modo da poterli avere sempre comodamente a portata di mano e in modo da poterli infilare nel sacco a pelo durante la notte se non ci si fida a lasciarli incustoditi nello zaino (anche se devo ammettere che è molto, molt, molto difficile che possano esserci furti sul cammino di Santiago)

Ad ogni modo il cammino di Santiago è fornitissimo: ogni 4 o 5 km c’è un paesino in cui è facile trovare dei negozi in cui poter acquistare qualsiasi cosa di cui abbiate bisogno, quindi non c’è da preoccuparsi 🙂

 

QUANTO SI SPENDE AL GIORNO?

Bisogna considerare 3 tipologie di spesa:

  • ALBERGUES (la spesa va dai 5 euro ai 12 euro a notte a seconda della tipologia di albergue) in cui spesso è compresa anche la colazione
  • PRANZO
  • CENA

Per pranzo e per cena spesso si opta per il menu del pellegrino che ha un costo di 10 euro e comprende diverse portate abbondanti (un primo, un secondo, un contoro, acqua e dolce), ma in realtà si può davvero scegliere di mangiare qualsiasi cosa, riuscendo anche a risparmiare.

Mediamente la spesa si aggira attorno ai 30 euro al giorno ma si può tranquillamente riuscire a spendere anche qualcosa in meno.

 

DOVE DORMIRE?

Il cammino di Santiago è attrezzatissimo per cui in ogni paese o città che incontrerete ci saranno degli albergues pronti ad ospitarvi per la notte a cifre davvero convenienti.

Ci sono sia albergues pubblici che privati:

  • quelli PUBBLICI generalmente hanno un costo di 5 euro a notte e hanno camerate molto grandi che possono ospitare un numero elevato di persone
  • quelli PRIVATI generalmente hanno un costo che va dagli 8 ai 12 euro a notte; si possono trovare degli albergues molto caratteristici che ospitano al massimo 20 o 30 persone (io onestamente ho spesso optato per questa tipologia)
Nei periodi di maggiore affluenza (d’estate fondamentalmente) può essere un pò più complicato del solito trovare un posto letto libero una volta arrivato nell’albergue, per cui consiglio vivamente di prenotare il proprio posto letto già dal mattino!!
 
 
ALTRE INFORMAZIONI
 
Guida cartacea: personalmente ho trovato molto utile la guida cartacea sul cammino di Santiago (clicca qui) sia perché descrive bene le varie tappe del cammino francese, sia perché vi è una lista di albergues con informazioni dettagliate su costo, caratteristiche e numeri di telefono.
 
Credenziale del pellegrino: è un documento che porterete con voi lungo tutto il cammino e che attesterà che siete dei pellegrini verso Santiago.
Ogni volta che arriverete in un albergue, vi verrà chiesta per la registrazione e verrà applicato un timbro su di essa.
In Italia viene rilasciata gratuitamente (anche se una piccola offerta è ben accetta) dalla Confraternita di San Jacopo attraverso i suoi priori.
La lista dei priori dove potrete prenotare il vostro appuntamento per riceverla, si trova qui.